UE: le politiche fiscali aggressive a danno di altri Paesi

UE: le politiche fiscali aggressive a danno di altri Paesi

di Roberto Paternicò – Dal recente comunicato dell'”Osservatorio sui conti pubblici italiani”, il quadro della situazione sulle forti differenze nella tassazione dei profitti, tra Paesi UE, al fine di attrarre investimenti. Seppur in un mercato comune, alcuni Stati, in genere i piccoli, attuano politiche fiscali aggressive a danno di altri. La piccola dimensione di queste nazioni consente di attrarre importanti investimenti grazie all’applicazione di una tassazione molto favorevole, con una perdita di gettito minima a fronte degli alti investimenti esteri.La Commissione europea ha già classificato i cc.dd. “paesi fiscalmente aggressivi” nella UE e ha emanato la direttiva “Anti Tax Avoidance Directive” (in vigore nel 2019), ma di fatto, non vi sono state applicazioni effettive per ridurre l…

Leggi: UE: le politiche fiscali aggressive a danno di altri Paesi
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche