Va risarcita la lavoratrice invitata a rimanere a casa dopo la maternità

Va risarcita la lavoratrice invitata a rimanere a casa dopo la maternità

Lavoratrice risarcita per condotte discriminatorieAzienda responsabile per la condotta imprevedibile della dipendente?Discriminatorio persuadere la lavoratrice a non rientrare dopo la maternitàLavoratrice risarcita per condotte discriminatorie[Torna su]
Da risarcire per condotta discriminatoria messa in atto da una collega, la dipendente che, con discorsi “persuasivi” viene “invitata” a non rientrare al lavoro dopo la maternità e a non creare troppo problemi all’azienda a causa dei figli. Colpevole però non è solo la collega, ma anche l’azienda, responsabile evidentemente del clima che ha legittimato tale condotta discriminatoria. Questa la decisione contenuta nell’ordinanza n. 11113/2021 della Cassazione (sotto allegata). Vediamo perché. La vicenda processuale
Riformando la sentenza d…

Leggi: Va risarcita la lavoratrice invitata a rimanere a casa dopo la maternità
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche