Valida la notifica al collega di studio. Va considerato come "persona temporaneamente convivente".

Valida la notifica al collega di studio. Va considerato come "persona temporaneamente convivente".

di Lucia Izzo – È valida la notifica dell’estratto contumaciale effettuata allo studio del difensore di fiducia e materialmente ricevuta dal collega d’ufficio ed in tale situazione non si impone l’invio della raccomandata con avviso di ricevimento nonostante la temporanea assenza del proprio difensore.Il “collega di studio” può essere considerato, infatti, persona che “convive” anche temporaneamente con il destinatario dell’atto da notificare.Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, prima sezione penale, nella sentenza n. 49878/2015 (qui sotto allegata) con cui ha rigettato il ricorso di un imputato rimasto contumace nel giudizio di secondo grado.Il ricorrente, dopo il rigetto della domanda di restituzione nel termine, riferisce ai giudici di Cassazione di non aver potuto prender parte al g…

Leggi: Valida la notifica al collega di studio. Va considerato come "persona temporaneamente convivente".
Fonte: Studio Cataldi – News giuridiche